Addio al nostro socio e amico Luciano Marinelli: Latina e il Circolo Cittano piangono l’avvocato che amava il basket e il Jazz

LATINA – Addio al nostro socio e amico Luciano Marinelli: Latina e il Circolo Cittano piangono l’avvocato che amava il basket e il Jazz. Il Circolo Cittadino e tutti i suoi soci piangono la scomparsa dell’avvocato Luciano Marinelli. Una figura quella di Marinelli indissolubilmente legata alla storia del Circolo Cittadino, sia sportiva che culturale. Fece dell’Arena del Circolo un fortino inespugnabile quando guidò l’allora Ab Latina alla storia promozione in serie B a metà degli anni ‘70. Ma dopo aver formato generazioni di cestisti ha anche dato vita al Jazz Club, che proprio al circolo presso l’Auditorium Orazio Di Pietro regala oggi agli appassionati concerti dei più grandi interpreti del genere.

Il collega Paolo Iannuccelli lo descriveva così, definendolo un avvocato baskettaro – di Paolo Iannuccelli
Gli allenatori pontini di una volta: Luciano Marinelli. Un avvocato baskettaro e grande appassionato di jazz, infaticabile organizzatore di serate ad alto livello. Guidando le sue squadre il vulcanico coach non ha mai fatto una questione di budget, di ambizioni, di talento dei giocatori. Spesso sono i dettagli, le tecniche innovative che hanno cambiato in modo determinante le stagioni o le partite di una squadra che ha diretto dalla panca. Un ruolo determinante è sempre stato rivestito da Luciano Marinelli, coach dal lontano 1960. Gli allenatori sono ad alti livelli tutti più o meno bravi ma a parità di valori in campo è la capacità di esaltare al meglio il materiale umano a disposizione a fare la differenza.
Luciano ha dimostrato nella sua carriera come un allenatore moderno e aggiornato debba anche essere un bravo cuoco, valorizzando al meglio gli ingredienti – i giocatori – a propria disposizione, con un ritmo di gioco così frenetico e forte difesa individuale.
Marinelli è riuscito nel’ impresa di fare strada in Italia con la formazione nerazzurra targata Ab Latina e raggiungere ottimi traguardi. Non solo i giocatori, ma anche gli allenatori hanno un ruolo ben preciso e Luciano Marinelli è risultato bravo e vincente, immettendo tanti giovani del vivaio in prima squadra, arrivati anche a giocare nella massima serie.

Marinelli – scrive invece Stefano Urgera de Il Messaggero – è morto stanotte, morto ma non scomparso perché il suo ricordo vivrà indelebile in tutti quelli che a Latina negli ultimi 50 anni hanno avuto a che fare con sport e cultura. I funerali si terranno martedì alle 15 presso la Cattedrale di San Marco, dove nell’adiacente Oratorio dei Salesiani, il giovane Luciano iniziò a giocare a pallacanestro agli inizi degli anni ’50.

Personaggio vulcanico, Luciano Marinelli ha lasciato dunque un segno indelebile in città con la sua attività di allenatore nell’Ab Latina. A metà degli anni ’70 con un team tutto “fatto in casa” guidò la squadra a una storica promozione in B, al termine di una esaltante cavalcata. È stato un vero e proprio pioniere del basket a Latina.

Non meno importante il suo impegno nel mondo della cultura, in particolare della musica. Il Latina Jazz Club è una sua creatura che ormai da 20 anni mette in mostra i talenti della città e della provincia favorendo lo sviluppo di un gusto critico tra gli amanti del genere.

Anche il sindaco Damiano Coletta a nome personale, della Giunta e di tutta la città di Latina ha espresso cordoglio e vicinanza alla sua famiglia.
La stessa vicinanza e lo stesso cordoglio che oggi unisce tutti gli iscritti del nostro Circolo a partire dal nostro presidente Alfredo De Santis.

Condividi

One comment

  1. Sono un cantautore appassionato di jazz ho avuto modo di conoscere telefonicamente Marinelli e sono addolorata per la scomparsa di questo personaggio che ha permesso a tanti artisti di esibirsi nello storico e famoso Circolo Cittadino jazz. Condoglianze alla famiglia e a tutti le persone che hanno avuto la fortuna di conoscerlo.Salvatore Di Roberto 3337289322. Norma(Latina) piazza I Maggio n 5,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *