Sabato 4 luglio, un appuntamento da non perdere nell’Arena del Circolo Cittadino: ‘Musica dalla A alla Z’, Marco Zurzolo e Riccardo Ascani guidano due trii con 4 musicisti d’eccezione

LATINA – Sabato 4 luglio, un appuntamento da non perdere nell’Arena del Circolo Cittadino: ‘Musica dalla A alla Z’, Marco Zurzolo e Riccardo Ascani guidano due trii con 4 musicisti d’eccezione. Sabato 4 luglio, dunque, tornerà la musica, nell’arena del Circolo con due trii di grandissimo spessore artistico formati da: Riccardo Ascani, Roberto Ippoliti, Attilio Celona e Marco Zurzolo, Carlo Fimiani, Marco de Tilla. Il concerto che si terrà all’aperto, rispettando tutte le misure di sicurezza previste per la evitare la diffusione del Coronavirus sarà una delle prime manifestazioni musicali dal vivo nel Lazio.

«Nell’occasione – spiega il presidente del Circolo Cittadino di Latina, il dottor Alfredo De Santis che ha fortemente voluto l’evento – il pubblico potrà finalmente apprezzare, dopo molto tempo le splendide sensazioni che solo i musicisti sanno trasmettere esibendosi. A causa delle misure previste per il distanziamento sociale i posti disponibili saranno limitati è quindi auspicabile prenotare per tempo».
Ma vediamo chi sono i due principali protagonisti della serata del 4 luglio: un evento assolutamente da non perdere.

Marco Zurzolo sassofonista, compositore, direttore ed arrangiatore della sua formazione. Diplomato in Flauto al Conservatorio di Musica di Napoli ha da subito affiancato alla sua preparazione classica la cultura jazz attraverso lo studio del sassofono, divenuto in seguito suo strumento principale, e diplomandosi anche in Arrangiamento Jazz e conseguendo il diploma accademico di II livello in Saxofono Jazz.

Zurzolo si occupa da oltre dieci anni di progetti musicali basati sulla contaminazione artistico-musicale. Ha collaborato con molti artisti italiani ed internazionali, fra cui: Archie Shepp, Chet Baker, Gil Goldstein, Omar Sosa, Joe Lovano, Airto Lidsay, Roul de Sousa, Pietro Tonolo, Kocani Orkestar, Billy Preston, Bryan Ferry, Renaud Garcia Fons, Richard Galliano, Rita Marley, Stefano Bollano, Solomon Burkes, Van Morrison, Don Moye and Art Ensemble of Chicago, Mike Minieri, Enrico Pierannunzi, Marc Johnson (che ha collaborato al suo CD “Sette e mezzo”). Ensemble Vocale di Napoli, Dir. Coro Antonio Spagnolo: Officium Defunctorum, Cristobal de Morales, arr. per Coro e Sax Soprano solista.

Dal 1995 ha iniziato la sua attività compositiva. Da allora ha pubblicato 13 CD di sue composizioni originali, distribuiti attualmente in Europa ed in Canada.
Ha inoltre composto numerose colonne sonore per il cinema, il teatro e la televisione, il suo ultimo lavoro è stato la composizione delle musiche per la fiction Rai “ Ibastardi di Pizzofalcone” e il film Rai “ In punta di piedi” Per le sue composizioni ha vinto prestigiosi premi, fra cui “Il premio qualità” del Ministero della Cultura.

Il percorso musicale di Zurzolo lo ha condotto in questi anni ad una produzione artistica veramente nuova che sta affascinando un pubblico internazionale. La sua originalità ed allo stesso tempo la sua riconoscibilità, lo ha portato ad essere presente nei più importanti festival internazionali.
Da oltre due anni è in tour con uno spettacolo teatrale che lo vede come protagonista al fianco di Giancarlo Giannini con “Le parole note”

Zurzolo ha inoltre composto la musica che accompagna la vita dei protagonisti dei romanzi di Maurizio De Giovanni.
Marco Zurzolo è stato infatti invitato con il suo progetto, ed ha partecipato con grande successo ai più importanti festival internazionali, fra cui si citano: Umbria Jazz, Perugia (Italia), Festival International de Jazz de Montreal (Canada) (Segnalato nella classifica dei migliori concerti dai critici del giornale “The Gazette” di Montreal), Opera House, Cairo e Biblioteca Alessandrina, Alessandria (Egitto),Gipfel du Jazz, Freiburg (Germania), INNtoene Festival Jazz am Bauernhof, Diersbach (Austria) (ospite Roul de Souza), Festival Pomigliano Jazz (ospite Don Moye), Pomigliano (Italia), Fête de la Musique, Parigi (France) Jazz in Parco, Nocera SA (Italia) (Marco Zurzolo Ensenble con Art Ensemble of Chicago), Festival de Quebec (Canada), Stanser Musiktage, Stans (Svizzera), Moods, Zurig (Svizzera), Settimana della Cultura Italiana, Belgrado (Yugoslavia), 3rd Euro Jazz Festival, Atene (Grecia), Settimana della Cultura Italiana, Londra (UK), Concerto Galleria Principe di Napoli (Italia) (ospite Mike Minieri), Ischia Jazz Weekend (sotto la direzione artistica di Umbria Jazz), (Italia), Umbria Jazz Melbourne (Australia), Blue Note, New York (USA), Blue Note, Milano (Italia), Bayamo (Cuba), IIC Buenos Aires (Argentina), San Paulo (Brasile), Charleston SC USA, Euro Jazz Festival Mexico City (Messico), Guatemala City (Guatemala), Se villa (Spagna), Monterrey (Messico), Val Paradiso (Chile).

A giugno del 2012 ha inaugurato lo Spazio ZTL – Zurzolo Teatro Live, dove è Direttore Artistico del progetto artistico-culturale legato allo spazio e della Scuola di Musica Spazio ZTL. All’interno dello Spazio ZTL il Maestro Zurzolo ha realizzato la Rassegna Musicale Larry Nocella e più di altri 50 concerti, dove ha potuto ospitare e suonare con artisti del calibro di Ed Cherry, Frederic Yonnet, Dean Bowman, Emmet Cohen, Sandor Mester. Marco Zurzolo finora ha tenuto oltre 3000 esibizioni dal vivo in 30 anni di carriera.

Riccardo Ascani è nato a Roma (Italia) nel 1965 ed è un chitarrista e compositore di flamenco del passato jazzistico. Prima di essere completamente coinvolto nel flamenco, ha suonato con molti famosi jazzisti come George Coleman, Joe Pass, Jim Kelly, Benjamin Waters.
Nel 1991 ha vinto una targa di merito rilasciata dal Berklee College of Music di Boston. Nel 1992 prende contatti con i grandi maestri della chitarra flamenco (Paco de Lucia, Gerardo Nunez, Manolo Sanlucar, Serranito, Juan Manuel Canizares, Rafael Riqueni) e con la più importante associazione e accademia di flamenco come la famosa Pena flamenca “los Cernicalos “di Jerez de la Frontera.
Oggi Riccardo Ascani ha suonato nei migliori club e teatri di Italia ed Europa ed è soprattutto l’autore del proprio progetto musicale, i suoi ultimi due album, chiamati rispettivamente “Oceani” e “Fiesta en el Mar” (disponibile anche su iTunes), tendenza verso la combinazione tra flamenco, musica classica, jazz e musica pop, alla ricerca di una musicalità senza troppe etichette e distinzioni gentili. Vogliamo anche ricordare la collaborazione di Riccardo Ascani con la ballerina Cristina Benitez e con il trio vocale femminile “Appassionante” che ha registrato la sua chitarra nell’album “Salve”.

Condividi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *