La poesia fa tappa al Circolo Cittadino con ‘Consapevoli del Plenilunio’ l’ultima opera fresca di stampa del poeta, scrittore e saggista Renato Gabriele

LATINA – La poesia fa tappa al Circolo Cittadino con ‘Consapevoli del Plenilunio’ l’ultima opera fresca di stampa del poeta, scrittore e saggista Renato Gabriele. «La ricerca della ragion poetica, nelle estreme risorse della vita e delle cose, accresce la realtà minimale dilatandola nel mondo parallelo della seconda esistenza, quella del sogno e della memoria lancinante. Basta essere consapevoli del plenilunio».
Si presenta così il decimo libro di poesia di Renato Gabriele, autore di 22 volumi di saggistica, romanzi e drammi teatrali.

Ne parleranno, con l’autore, il Professor Rino Caputo e il profesor Umberto Pannunzio mercoledì 6 marzo 2019, ore 17,30 Circolo Cittadino, Piazza del Popolo, 2- Latina.

Renato Gabriele è scrittore e poeta ed è anche autore di saggi e articoli pubblicati in volume e in riviste. In poesia ha pubblicato Capriccio con rovine, Russo; Le strade del vento, Ariballo; Poesie, Rebellato; Le accidiose commedianti, Fermenti; Rituario feriale, Forum; Elegie del cercatore di conchiglie, L’Argonauta; Un sogno breve, una nube, idem; La mala fata, Genesi 2010. Ha curato l’antologia poetica Acqua alta, Ed. Acqua Alta. Per la sua opera in poesia è stato premiato numerose volte in concorsi nazionali, tra i quali i premi Pisa, Rhegium Julii, Minturnae, Ancona, De Gennaro, Renato Serra, G. Salveti, ed è stato selezionato per il Premio Viareggio 1982. Sue poesie sono tradotte in polacco, francese e spagnolo. È in corso di pubblicazione, a Varsavia, la traduzione in lingua polacca del suo volume Elegie del cercatore di conchiglie.
Ha pubblicato i romanzi Il pensiero molle di Costante Porfirio, L’Argonauta, e Il comandante della caccia reale, Genesi, Torino, 2008, libro selezionato per i premi Campiello e Comisso di quell’anno e Appena ieri eravamo felici, idem 2014. Suo è anche un libro di racconti, Il giorno dell’ira, L’Argonauta. Ha pubblicato due volumi di saggi, Mito e metafora, D’Arco, sulla pittura di N. Soscia e Sette saggi di poesia polacca, Lithos, intorno all’opera dei principali poeti polacchi del Novecento, Roszewicz, Herbert, Hartwig, Twardowski e i due premi Nobel polacchi Milosz e Szymborska. Ha collaborato e collabora con varie riviste letterarie, da ultimo con PL.IT. Rivista italiana di argomenti polacchi. Per l’opera da lui svolta in favore della cultura polacca in Italia, è stato insignito dal Ministro degli Esteri polacco dell’onorificenza di Cavaliere “Benemerito” della Repubblica di Polonia. Svolge un’intensa opera di conferenziere e di performer, con all’attivo varie centinaia di pubbliche letture di poesie, sia in Italia che all’estero, particolarmente in Polonia. La sua opera ha ispirato composizioni musicali di vari autori come il Duo di Cracovia, P.L. Coggio, C. Becherucci e R. Riccardi, con cui ha messo in scena numerose rappresentazioni di poesia e il dramma Giardino di Mangrovie.

Condividi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *